Strict Standards: mktime(): You should be using the time() function instead in /membri2/pulitzer/pivot/modules/module_debug.php on line 95
BloB Informatico - Il blog di Marco Cipriani

Ultimi Commenti

chiara (L'Angolo Informat…): Ciao! Anche io lavoro nel…
Luca (Francia e P2P: l'…): Io dico che come idea non…
Franco (Germania: dura le…): Altro che depenalizzare..…
Marco - WebMaster… ( Rilasciato Micro…): Cataldo, sono d’accordo c…
cataldo ( Rilasciato Micro…): Ma virtual pc 2007 Ŕ vera…
Augusto Buonafalc… (L'Angolo Informat…): Chiedo scusa per il curio…
Marco - WebMaster… (L'Angolo Informat…): Signor Buonafalce, le ris…
Augusto Buonafalc… (L'Angolo Informat…): Mi sono imbattuto nel suo…
Mirko (Telefonini e VoIP…): www.pirellibroadba…
cristiano (Tribunale blocca …): cari ragazzi il fatto Ŕ c…

Archivi

01 Set - 30 Set 2007
01 Feb - 28 Feb 2007
01 Gen - 31 Gen 2007
01 Dic - 31 Dic 2006
01 Nov - 30 Nov 2006
01 Mag - 31 Mag 2006
01 Apr - 30 Apr 2006
01 Mar - 31 Mar 2006
01 Feb - 28 Feb 2006
01 Gen - 31 Gen 2006
01 Dic - 31 Dic 2005
01 Nov - 30 Nov 2005

La mia pagina dei Tag
Corriere della Sera
La Repubblica
Punto Informatico
Pivot Homepage
Pivotstyles
Pivot Help
Sitemap Generator
BlogItalia



Add to Google
Add to Technorati Favorites

Blogroll

Alex Longo
Andrea Beggi
Beppe Grillo
Daniele Minotti
Dario Bonacina
La Spina nel Fianco
Little Italy Photoblog
Luca De Biase
Manteblog
MobileBlog
N˛va24ora!
Pandemia
Stefano Quintarelli
TelcoEye
Tommaso Tessarolo
Voipblog
Vittorio Zambardino


Google
Web Blog


Syndication

Powered by Pivot - 1.40.4: 'Dreadwind' 
XML: RSS Feed 
XML: Atom Feed 

Creative Commons License
Questo blog utilizza
la Creative Commons License.

« Auguri | Home | Al via il progetto W… »

02 Gennaio 2007Dolce fine 2006:
licenze WiMax a metÓ 2007,
banda larga per tutti entro il 2011

       

Buon Anno a tutti.
Il 2006 è terminato, ma ci ha lasciato in maniera dolce (almeno dal punto di vista dell'ICT) con due piacevoli sorprese.
Il nostro Governo si è finalmente mosso sul fronte digital-divide e il 20 dicembre ha istituito con un decreto il Comitato per la diffusione della banda larga con funzioni di "coordinamento, armonizzazione e monitoraggio delle iniziative già intraprese" da soggetti pubblici e privati in Italia e con il ruolo di catalizzatore del processo che dovrebbe portare a coprire il 100% della popolazione italiana entro il 2011 (quindi per la fine di questa legislatura). Il Comitato si avvarrà di un gruppo tecnico diretto da Paola Manacorda (ex commissario Agcom).
Importante la restante parte della nota diffusa dal ministero delle Comunicazioni che in 10 punti riassume come e perchè il Governo intende portare avanti lo sviluppo della banda larga nel nostro Paese.

La seconda sorpresa è legato a doppio filo alla prima.
Il 27 dicembre i ministeri della Difesa e delle Comunicazioni sono infatti giunti ad un accordo per liberare le frequenze 3,4 - 3,6 Ghz e introdurre finalmente il WiMax in Italia.
"A partire da giugno 2007, verranno resi disponibili più lotti di frequenze per iniziali complessivi 35+35 MHz, ripartibili anche su più macroaree nazionali. L’intesa costituisce la prima fase di un progetto complessivo concordato tra le due Amministrazioni, che condurrà in un quinquennio a triplicare la suddetta prima assegnazione di frequenze per il Wi-Max. Il tavolo tecnico tra i Ministeri della Difesa e delle Comunicazioni stilerà entro febbraio un calendario operativo, anche sulla base delle determinazioni dell’Autorità delle Garanzie nelle Comunicazioni e degli esiti della consultazione pubblica avviata dall’Autorità che si concluderà entro febbraio 2007. L’intesa raggiunta tra i due dicasteri, prevede anche l’espletamento dei servizi di cui è responsabile il Ministero della Difesa con particolare riguardo alle problematiche della sicurezza nazionale e degli assetti di telecomunicazioni interforze ed interpolizia. Il Ministero della Difesa provvederà infatti contestualmente a riallocare i propri sistemi radar fissi e mobili e gli assetti di telecomunicazione. Gli investimenti necessari deriveranno in parte da appositi capitoli del bilancio dello Stato ed eventualmente anche dal mercato Wi-Max ".

Ci auguriamo che non siano promesse da marinai, ma almeno sul fronte digital-divide sembra proprio che il Governo stia facendo sul serio.



0 commenti:


0 trackbacks:

Trackback link:

Please enable javascript to generate a trackback url


  
Mantenere le informazioni personali?

Emoticons / Textile
  (Registra il tuo Nome Utente / Log in)

Notifica:
Hide email:

Note: Tutti i tag HTML eccetto <b> e <i> saranno rimossi dal commento. Puoi inserire link semplicemente scrivendo l'url o l'indirizzo di e-mail.